Translate

domenica 26 febbraio 2012

Mi trattengo nella tua anima



Mi trattengo nella tua anima,
proteggi i miei passi lungo il sentiero dell’esistenza,
attraverso i sogni posso scorgere ancora il sole
gettarsi a capofitto tra le foglie,
un raggio come una lama che mi trafigge il cuore,
è solo una piccola morte il giorno che finisce.
Si illumina di colori la notte nel deserto,
sembra scomparire persino la certezza di un’ ultima stella,
ma dalla sabbia fioriscono intere oasi,
scaturiscono cascate, le dune sono ormai
montagne innevate,
il rosso di una foglia colora il cielo come un tramonto,
mi riscalda questo giaciglio,
è così forte l’anima che mi avvolge, così immensa
mentre appare la terra lontana, i pianeti sospesi come frutti
su rami di comete.
Adesso posso trattenere il tempo e le lacrime di linfa
attraverso la corteccia dei secoli,
un tenero risveglio mi sorprende col suo amore,
il paesaggio arido nasconde il fiume sotterraneo,
da una sorgente misteriosa scorre infinita la nostra vita.
Cristiano Bartolomei

Galleria virtuale di Cristiano Bartolomei

Visita la mia galleria virtuale e lascia un commento sul quadro che ti piace di più.
Per informazioni sui quadri puoi contattarmi all'indirizzo cristiano.bartolomei@gmail.com
Grazie.
Cristiano Bartolomei

Virtual gallery by Cristiano Bartolomei
Visit my virtual gallery and leave a comment on your favorite painting.
For more information on the paintings you can contact me at cristiano.bartolomei@gmail.com.
Thank you.

Cristiano Bartolomei
https://picasaweb.google.com/114868578540405040100/PensoATe#

mercoledì 8 febbraio 2012

Essenza della vita



 

Essenza della vita,
nascosta in un profumo di nostalgia,
ti ho cercata nelle più belle immagini della mia fantasia,
sei apparsa su un ramo
e sei volata via,
hai scosso le foglie d'improvviso
mentre passeggiavo lungo il sentiero alberato,
poi ti ho rivista in un prato,
giocavi volando tra i fili d'erba,
mostravi i tuoi colori,
ti confondevi coi raggi del Sole.
Tu sei l'amore,
giochi col mio cuore
come fosse un giocattolo tra le mani di un bambino,
ti vorrei sempre vicino.
Eppure mi sfuggi,
nascosta dal mantello dorato della notte,
nuoti tra la luce delle stelle,
mi lasci sulle labbra la parola "tristezza"
e qualche brivido sulla pelle.
Poi chiudo gli occhi per cercarti nei sogni,
ho paura di perderti e non ritrovarti più,
si alza ormai il giorno dal suo giaciglio di nebbia e giardini,
mi comprendi nel tuo interminabile viaggio
e vorrei comprendere te.
E' nato dal nulla questo mio sentimento,
donagli l'eternità per continuare a seguirti
dietro la linea dell'orizzonte luminoso.


Cristiano Bartolomei

domenica 5 febbraio 2012

mercoledì 1 febbraio 2012

L'anima diventa Natura

Incanto silenzioso, disincanto del tempo,
tutto si ferma e poi scorre vorticosamente,
gettarsi nei fiumi in piena, trovarsi nelle cascate
senza mai giungere a valle.
Scoprirsi fragili e poi forti nella fragilità,
costretti a incerti compromessi con la realtà.
Un tuffo nei pensieri dei poeti,
un'immagine fiera, la forza che mi manca
per un momento mi trascina nella lontananza.
L'anima diventa natura, acquista consapevolezza
come un vento che giunge sulla spiaggia:
carico delle onde dell'Oceano, si infrange sulla costa,
riprende la sua strada fino alla prossima Luna.
Lo comprende il pescatore
che attende fiducioso il giusto movimento,
non c'è fretta nella vita del sentimento,
si ama la paura, la lentezza, il coinvolgimento.
Non si arrestano le foglie e i rami degli alberi,
non si fermano le rondini in cielo,
passano come nuvole di pioggia
in cerca di un luogo più sereno.
Vorrei saper ammirare soltanto la bellezza,
perdermi nella gioia degli attimi senza tristezza,
ma mi manca l'estrema libertà,
il moto perpetuo del mare infinito
che mi liberi il petto come una conchiglia sul fondo.
Stanco dell'abisso, ho bisogno di luce,
la certezza del pescatore che osserva l'azzurro
diventare acqua.


Cristiano Bartolomei